Falsa soia biologica, Gdf Ravenna recupera 1.700 tonnellate cereale contaminato

RAVENNA, 14 GIU – Falsa soia biologica proveniente dall’Est Europa e venduta in Italia nonostante avesse il doppio degli organismi geneticamente modificati rispetto al limite consentito.

La Guardia di finanza di Ravenna ha scoperto una maxi frode nel settore agroalimentare. Sequestrate oltre 1.700 tonnellate di soia contaminata: 500 tonnellate nel porto di Ravenna, altre 1.200 presso grossisti di diverse citta’ italiane. Al vaglio della magistratura la posizione di diverse persone coinvolte nella vicenda. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -