Crisi, Monti a Berlino: ”Siamo pronti alla cessione di quote del patrimonio pubblico”

13 giu – ”Non occorrerà una seconda manovra quest’anno, ma l’azione disciplina sui conti pubblici dovrà procedere”. L’ha detto il premier Mario Monti da Berlino.

A chi gli chiedeva se il governo stia valutando una cessione di quote del patrimonio pubblico ha risposto: “Non solo non la escludo ma la stiamo preparando”.

Il presidente del Consiglio ha sottolineato che tutti i 27 paesi dell’Unione europea dovrebbero adottare insieme una tassa sulle transazioni finanziarie. Se fosse una ‘Tobin tax’ fosse applicata solo nell’eurozona, le transazioni si sposterebbero altrove per evitare la tassa, ha spiegato a Berlino. Monti ha inoltre difeso lo stato di salute delle banche e precisato che gli italiani hanno livelli di debito molto basso.

Il ministro delle finanze tedesco Wolfang Schaeuble ha lodato Monti come ”l’uomo giusto al posto giusto” e ha previsto un ritorno alla crescita per l’Italia.

Nel suo intervento alla cerimonia di conferimento dei premi della ESMT di Berlino, a cui è stato assegnato a Monti il premio per la leadership responsabile, Schaeuble ha precisato che l’Italia ha effettuato progressi considerevoli nel ristrutturare le sue finanze pubbliche da quando Monti ha assunto la carica di capo del governo alla fine dello scorso anno. L’eurozona, ha aggiunto il ministro, ha bisogno che l’Italia sia forte. anl



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -