Italia in crisi: Ministero degli Esteri finanzia missione archeologica in Yemen

Lorenzo Ornaghi, ministro dei Beni culturali

11 giu. – L’Italia si prepara ad aprire un nuovo capitolo nella cooperazione con lo Yemen, con la ripresa degli scavi archeologici e un nuovo programma di interventi a tutela del patrimonio culturale e dello sviluppo sociale del Paese.

E’ quanto annunciato oggi alla Farnesina nel corso di un convegno dedicato ai 30 anni della missione archeologica italiana in Yemen, organizzato dall’associazione Monumenta Orientalia e finanziato dal ministero degli Esteri.

Partita nel 1980 e sospesa in seguito alla delicata transizione che ha interessato lo Yemen negli ultimi mesi, proprio la missione archeologica italiana rappresentera’ il perno della nuova fase dei rapporti tra Roma e Sanaa, che punta a una piu’ stretta collaborazione anche in altri ambiti. La “cooperazione culturale con l’Italia e’ un aspetto importante delle nostre relazioni, che vogliamo rafforzare ulteriormente con il nuovo corso politico’, ha affermato il ministro della cultura yemenita, Abdullah Awbal Mandooq Saleh, che domani incontrera’ il collega italiano, Lorenzo Ornaghi.

Se le relazioni culturali avranno un posto d’onore nel nuovo corso dei rapporti bilaterali tra Italia e Yemen, ampio spazio sara’ riservato anche alla cooperazione in altri settori, con un “pacchetto” di iniziative che prevede, fra l’altro, programmi per la gestione dei flussi migratori, la cooperazione in materia giudiziaria e la formazione per operatori della comunicazione. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -