Siria, Terzi: “Si rischia il genocidio se non si interviene subito”

6 giu. – “In Siria si rischia il genocidio se non si interviene rapidamente”. Lo ho detto il ministro degli Esteri Giulio Terzi un un’audizione alle Commissioni esteri riunite di Camera e Senato. “La strategia di Damasco e’ chiara – ha detto Terzi – intende difendere la propria sopravvivenza attraverso un escalation del terrore con forme sempre piu brutali contro la popolazione civile alimentando la conflittualita’ interna tra le diversi componenti della societa’”.

( Siria: Assad, questa e’ una guerra orchestrata dall’esterno )

“E’ una strategia – ha detto Terzi – che rischia di scivolare nel genocidio se non interrotta rapidamente”, ha spiegato il ministro. Terzi parlato anche della situazione in Libia: “Siamo fiduciosi che le elezioni in Libia possano svolgersi prima dell’inizio del Ramadan, ossia entro il 20 luglio”.  agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -