Crisi USA, Obama scarica la colpa sull’Europa

1 giu – La crisi dell’eurozona ha un impatto negativo anche sull’economia Usa e, insieme ad altri fattori, rende “più difficile” il compito di “gettare le fondamenta per un’economia che sia costruita per durare”.

Lo ha detto il presidente Usa Barack Obama in visita a Golden Valley, nel Minnesota, dove ha commentato i dati negativi sull’occupazione a maggio resi noti oggi. In riferimento alla crisi dell’eurozona e alle ripercussioni che questa ha sulla situazione negli Stati Uniti, Obama ha affermato che “c’è molto lavoro da fare per arrivare dove è necessario arrivare”.

(Il fallimento di ObamaObama’s big sell-out! Il grande tradimento di Obama!)
La crisi dell’eurozona, le nuove idee su un’unione bancaria europea e la preparazione del vertice del 28 e 29 giugno sulla crescita saranno al centro dell’incontro che il presidente della Commissione europea José Manuel Durao Barroso avrà lunedì sera a Berlino con la cancelliera tedesca Angela Merkel. Tutti temi su cui la Germania si trova in rotta di collisione con la maggior parte dei principali partner europei.

E gli stessi temi saranno in agenda nei colloqui che martedì Barroso avrà a Bruxelles con il leader della Cdu (l’Unione cristiano-democratica della cancelliera Merkel) Volker Kauder e con quello della Spd Frank Walter-Steinmeier. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -