Quando il semi-presidenzialismo ci mette la coda…

29 mag – Come nella drammaturgia greca, gli ”spettatori ” italiani attendono l’arrivo del “deus ex machina”, pronto a risolvere la situazione ingarbugliata dalla natura umana.
Qualcuno, come Grillo, rischia di essere scambiato per il deus della tragedia, mentre è soltanto un magnifico commediante.

La realtà ipotetica ce la forniscono gli ultimi sondaggi.
È bombastico il PNV, il partito del non voto, ormai alle soglie del cinquanta per cento.
Mentre il Terzo polo, invenzione abortita da Pierfurby, è intorno a un misero dieci per cento, con un Fli all’uno virgola sei.

Spicca, bombastico anch’esso, il diciotto per cento di Beppe.
“Rebus sic stantibus”, sembrerebbe il momento ideale per approdare al semi-presidenzialismo alla De Gaulle. Se i politici lo capissero, potrebbero passare alla storia della repubblica, malgrado le puttanate degli ultimi quarant’anni.

Guglielmo Donnini

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -