Bersani teme le primarie e si nasconde dietro gli esodati

16 mag – Pier Luigi Bersani risponde al pressing di Renzi che continua a chiedere le primarie. “Io se c’è da fare lo faccio. Attenzione bene, io penso che quando qualcuno vuol proprio fare il governante, il dirigente, non è detto che sia il più adatto. Uno che non comprendesse che governare è anche un po’ una croce non so se avrebbe tutte le caratteristiche per governare”.

Di sicuro, ha aggiunto, “non accetto di essere fotografato mentre io con Renzi o con qualcuno sto a discutere delle primarie mentre l’esodato è fuori dalla grazia di Dio perché non gli risolvono i problemi. Faremo la direzione e discuteremo. Lo statuto dice che il segretario è il candidato, io non ero d’accordo con questa norma e ho già detto che non invocherò lo statuto, perché non accetto gente che si sceglie da sola”. E poi, “se ci sarà una coalizione si deciderà assieme alla coalizione, il Pd la sua proposta la farà non da un notaio ma attraverso un meccanismo di partecipazione interna”. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -