Teniamoci lo spread di collina!

11 mag – Non ci sono santi, parlando di spread, e accogliendo la metafora dei rilievi collinari e montuosi, ritengo utile fissare intorno ai 400 punti la propensione del nostro Paese per le ubertose colline dove si producono olio e vino di qualità sopraffina.
Ringraziamo Mariuccio per il mantenimemto di quota 400.
Dati i tempi, poteva andare peggio.

In fondo, cosa volete che sia pagare circa il 5,5% di interessi sul debito pubblico, contro lo zero della Germania? Noi godiamo dell’aria collinare.

E infine, diciamolo con orgoglio e commossa gratitudine, chi, se non
Lui, avrebbe avuto la eccezionale capacità di non mollare la quota?

Guglielmo Donnini



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -