Non poteva pagare il Tfr a dipendenti, si impicca al cassone del camion

10 mag – Ennesima vittima della crisi in Veneto. Un 77enne di Marostica (Vicenza) si è impiccato ieri al cassone del suo camion perché la sua ditta di autotrasporti, a conduzione familiare, era in gravi difficoltà.

Come riporta il Corriere del Veneto, l’imprenditore a febbraio aveva dovuto licenziare un ultimo autista senza potergli pagare il Tfr. Nell’orizzonte del 77enne si prospettava la chiusura della ditta di autotrasporti, un’ipotesi che lo ha gettato nello sconforto fino a fargli compiere l’estremo gesto. Al 77enne, tra l’altro, non era stata rinnovata la patente C, quella che consente di guidare i camion, a causa dell’età. L’unica prospettiva era quindi quella di chiudere l’attività.

Ieri l’anziano imprenditore ha atteso di trovarsi da solo e si è stretto un cappio al collo, assicurando la corda ai tiranti del telone del camion, parcheggiato nel piazzale dell’azienda vicina all’abitazione. La tragica scoperta è stata fatta dalla moglie che ha avvisato i figli e i soccorsi. Inutile il tentativo di rianimare l’anziano imprenditore. Pare che il 77enne non abbia lasciato alcun biglietto ai familiari. tmnews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -