Spedizione punitiva di un gruppo di rom, Ultras di 24enne ucciso a Pescara

2 magg – Domenico Rigante, pregiudicato di 24 anni e ultras del Pescara Calcio, e’ stato ucciso ieri sera intorno alle 22 mentre si trovava in casa di un amico per vedere la partita nella zona di Portanuova, a Pescara. Nell’appartamento ha fatto irruzione un gruppo di rom che la sera prima aveva avuto uno screzio con il fratello Antonio, gemello di Domenico. La lite era nata per futili motivi ma i rom avevano detto ad Antonio ‘te la faremo pagare’. Cosi’ ieri sera e’ scattata la spedizione punitiva.

I due fratelli Rigante si sono nascosti, Antonio sotto un letto mentre Domenico sotto al tavolo della cucina. Domenico e’ stato visto e probabilmente scambiato per il fratello. Ferito al fianco, e’ stato trasportato in ospedale, dove e’ morto poco dopo. Sul caso indaga la Squadra Mobile di Pescara, diretta da Pierfrancesco Muriana, che ha gia’ identificato il responsabile. Sono in corso le ricerche per rintracciarlo.

 Secondo quanto ricostruito dalla Squadra mobile nel corso della lite il giorno prima Antonio Rigante era venuto alle mani con il gruppo di nomadi. Loro gli avevano promesso vendetta. Cosi’ ieri sera nell’appartamento di via Polacchi si sono presentati in sette. Alla scena hanno assistito diversi testimoni. adnk



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -