Nella parte turca di Cipro denunciati attacchi alla liberta’ religione

25 APR – E’ ”scandaloso” che l’Unione europea ”stia a guardare” mentre nella parte turca di Cipro e’ stato vietato di far celebrare messa a due ecclesiastici ciprioti in due citta’ dell’isola. E’ quanto denuncia l’eurodeputato della Lega nord Oreste Rossi in un’interrogazione presentata all’Alto rappresentante per la politica estera dell’Ue, Catherine Ashton.

Il parlamentare del Carroccio ricorda anche la ”barbara usanza” dei turchi ”di stilare elenchi in cui si vieta ai cristiani di entrare nei territori invasi dalle forze militari di Ankara nel 1974”. Rossi chiede alla Ashton ”una risposta concreta” su come intende risolvere l’annosa questione cipriota e invita a ”smetterla di parlare di allargamento” alla Turchia, un paese ”che non merita di essere incluso in un’Europa civile e democratica”. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -