Salute italiani in pericolo, con crisi meno servizi e tagli prevenzione

ROMA 24 Aprile – Rapporto Osservasalute 2011, verso insostenibilita’.

La salute degli italiani e’ in pericolo. Aumentano infatti i fattori di rischio, diminuisce la risposta dei servizi pubblici e le Regioni risparmiano sulla prevenzione. In più, la crisi erode la ‘rendita’ del Paese sia in termini di salute dei cittadini sia sul versante sanitario. Insomma, la situazione ”si avvia all’insostenibilità, soprattutto nelle Regioni sottoposte a piano di rientro”. E’ questo il quadro che emerge dalla nona edizione del Rapporto Osservasalute (2011).  Inoltre, la quota di italiani che potrebbe ‘scivolare’ sotto la soglia di povertà, a causa dell’attuale crisi finanziaria, sale a ben una famiglia su 4. La stima è del direttore dell’Osservatorio nazionale per la salute nelle Regioni italiane, Walter Ricciardi, ed è contenuta nel Rapporto. Con l’attuale crisi, avverte l’esperto, “stimiamo un aumento del 7% degli italiani che potrebbero scivolare al di sotto della soglia di povertà”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -