Caso Lavitola: Presidente di Panama nega le tangenti, un’invenzione giornalistica

Condividi

 

20 apr – Ieri magistrati panamensi hanno incontrato i pm della Procura di Napoli che stanno conducendo l’indagine sulla corruzione a Panama, in relazione al progetto, poi saltato, di costruire quattro carceri modulari in altrettante città del Paese.

Il Presidente di Panama Ricardo Martinelli ha smentito oggi di aver ricevuto tangenti da Valter Lavitola, arrestato la scorsa settimana a Napoli al suo arrivo dall’Argentina e indagato, tra l’altro, per corruzione internazionale.

In un conferenza stampa tenuta nella tarda serata di ieri, Martinelli ha definito le accuse “un’invenzione giornalistica che punta a macchiare la mia immagine e quella di Panama”. “Sono sicuro che questa soap opera finirà presto e alla fine delle soap opera i buoni trionfano sempre e viene a galla la verità”, ha aggiunto. agi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -