Francia: imam benedice unione tra due musulmani gay

PARIGI, 10 APR – Un Imam ha benedetto l’unione di una coppia di gay musulmani in Francia. Secondo diversi media, tra cui France 24 e Al Arabiya, Ludovic Zahed Mohamed e il suo partner Qiyam al-Din Qiyam, non hanno potuto sposarsi legalmente in Francia, ma hanno comunque avuto la benedizione dell’Imam, nella moschea di Sevran, lo scorso febbraio.

Ludovic Zahed Mohamed, francese di origini algerine, e il suo partner sudafricano Qiyam al-Din si sarebbero sposati in conformita’ con le norme della sharia (la legge islamica) in presenza di Jamal, un Imam originario delle isole Mauritius, che ha benedetto l’unione, seguendo esattamente lo stesso rito che si usa per le coppie eterosessuali. Nel corso della cerimonia, sono state anche pronunciate preghiere tradizionali cristiane ed ebraiche, in onore agli amici ebrei e cattolici degli sposi.

La coppia si e’ anche sposata con rito civile in Sudafrica, dove il matrimonio gay e’ autorizzato, contrariamente alla Francia, che non riconosce questo tipo di unione.

Ludovic Mohamed Zahed, musulmano praticante, ha recentemente pubblicato un libro, ‘Le Coran et la chair’ (‘Il Corano e la carne’), per riconciliare Islam e omosessualita’. ”Oggi sono convinto che se il Profeta Maometto fosse ancora vivo, celebrerebbe le nozze gay”, scrive Mohamed, nel volume uscito in Francia il 29 marzo. L’uomo, nato nel 1977, ha anche fondato un’associazione per la difesa degli omosessuali musulmani (HM2F, Omosessuali musulmani di Francia).

Il candidato socialista alle presidenziali di aprile e maggio, Francois Hollande, favorito nei sondaggi, ha inserito nel suo programma il matrimonio e l’adozione per le coppie gay. (ANSAmed).



   

 

 

1 Commento per “Francia: imam benedice unione tra due musulmani gay”

  1. E va beh! Il matrimonio è andato , adesso il pericolo è il viaggio di nozze ” o paesiello ” …. è li che gli faranno la ” festa “!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -