I radicali ricominciano con i referendum

7 apr – ”Il sistema del finanziamento pubblico ai partiti non e’ piu’ riformabile. Stiamo preparando una nuova sfida referendaria di tipo abrogativo a ottobre. Speriamo di riuscire anche a spingere per la costituzionalizzazione dei partiti, per rendere tutto piu’ trasparente”. Cosi’ Emma Bonino (Radicali) a Tgcom24.

”I costi della politica sarebbero sopportabili, quello che non e’ sopportabile sono i costi della partitocrazia – aggiunge -. Sono anni che cerchiamo di affrontare la questione del finanziamento pubblico ai partiti. L’anomalia e’ che i partiti sono rimasti enti privati, eppure ricevono fondi pubblici, le leggi non obbligano nessuno a monitorare i bilanci e, infine, adesso che si chiama rimborso elettorale, con un euro a parlamentare, quello che viene fuori e’ che i partiti dichiarano meno spese di quanto ricevono in cambio.

Tutto questo non e’ monitorato ne’ controllato”. agi

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -