Spread vicino a 400: i mercati se ne infischiano dell’art. 18

5 apr – ”Lo spread che torna vicino a quota 400 dimostra con quanta ansia i mercati stessero aspettando la riforma dell’Art. 18…”. Lo afferma in una nota il capogruppo Idv alla Camera, Massimo Donadi.

”Ironia a parte – prosegue Donadi – l’aumento dello spread conferma quanto sosteniamo da tempo: non e’ l’Art. 18 a frenare la crescita e ad intimorire mercati e investitori, ma altri problemi strutturali. Monti e la Fornero, al posto di ridurre le tutele dei lavoratori in un momento di crisi, lavorino per rimuovere i veri ostacoli al rilancio economico”.

”All’Italia – conclude il capogruppo Idv – servono una drastica riduzione della spesa pubblica, un’efficace lotta alla burocrazia e una sensibile riduzione delle tasse, tutto il resto sono chiacchiere”. asca



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -