Usa: strage all’universita’ cristiana di Oakland, 7 morti e 3 feriti

Oakland (Stati Uniti), 3 apr. – Un ex studente coreano 43enne e’ l’autore dell’ennesima strage in un campus universitario statunitense: una sparatoria che, in una universita’ religiosa a Oakland, alle porte di San Francisco, in California, ha causato 7 morti e tre feriti.

L’uomo, One Goh, si e’ arresto alle autorita’, un’ora dopo la sparatoria, nella vicina citta’ di Alameda, a una decina di chilometri di distanza, all’esterno di un centro commerciale, senza che opponesse resistenza: aveva appena dichiarato ai clienti del negozio che aveva dovuto sparare ad alcune persone.

Il movente rimane un mistero, ha detto il capo della polizia di Oakland, Howard Jordan. Il college, la Oikos University che accoglie soprattutto studenti della comunita’ cristiana americana coreana, offre corsi in teologia, musica, medicina asiatica e infermieristica.

Le vittime sono soprattutto appartenenti alla comunita’ coreana americana della citta’. L’uomo, un ex studente che pero’ da vari mesi non frequentava piu’ le lezioni, e’ entrato in una delle aule e ha cominciato a sparare all’impazzata: cinque sono morti subito, due poco piu’ tardi in ospedale. I feriti sono in condizioni stabili. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -