Rapina in villa: intera famiglia picchiata da criminali dell’est

ROMA, 3 apr – Paura a Prima Porta, periferia Nord di Roma: nella notte cinque persone a volto coperto e armati di pistola hanno fatto irruzione in una villa, e alla ricerca della cassaforte, hanno picchiato i componenti della famiglia. Intorno alle 2.30, cinque persone a volto coperto, di cui due armate di pistola, sono entrate in una villetta monofamiliare, isolata, in via Castenedolo, sfondando la porta di ingresso.

In casa era presente un’intera famiglia, padre, madre, e due figli uno di 22 anni, l’altro di 12 anni. I cinque, accento dell’est, hanno minacciato la famiglia, alla ricerca della cassaforte, cassaforte che non in realtà non c’era, ma i malviventi non hanno voluto credere, nonostante i componenti della famiglia lo ribadissero, è scattata la rabbia: l’uomo, la donna e il figlio 22enne sono stati picchiati, solo il bambino di 12 anni è stato risparmiato.

I banditi hanno preso alcuni gioielli trovati in casa e sono fuggiti. Sono in corso le indagini dei carabinieri della compagnia Cassia e del nucleo investigativo di Ostia. Secondo le testimonianze delle vittime i cinque parlavano con un accento dell’Est. Il capofamiglia è proprietario di una gioielleria a Ponte Milvio ma pare che i banditi non ne fossero a conoscenza. Le tre vittime sono state medicate all’ospedale Sant’Andrea per lesioni e contusioni non gravi, la donna e il figlio sono stati dimessi in mattinata.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -