UE: Più soldi a Paesi Ue che accolgono rifugiati, via libera degli eurodeputati

29 marzo – BRUXELLES – Nel mondo sono oltre 170mila i rifugiati che avrebbero bisogno di essere ricollocati in un Paese sicuro, ma attualmente ci sono solo 80mila posti disponibili a cui l’Unione europea contribuisce con appena il 4%. E’ per rispondere a questa scarsa solidarieta’ dell’Ue che l’Europarlamento ha approvato una risoluzione in cui si da’ il via libera a un programma che potrebbe essere definito ‘soldi per rifugiati’.

A partire dal 2013 i paesi Ue che accoglieranno rifugiati per la prima volta riceveranno un incentivo finanziario di 6mila euro a persona per il primo anno, 5mila euro per il secondo e 4mila per gli anni seguenti, quanto cioe’ e’ gia’ corrisposto agli stati membri attivi in questo campo. L’Italia non ha ancora un programma annuale di reinsediamento e potrebbe dunque beneficiare delle risorse addizionali, provenienti dal Fondo europeo per i rifugiati.

Il nuovo programma da’ precedenza ai rifugiati piu’ vulnerabili, quali donne a rischio e minori non accompagnati, e prevede una serie di priorita’ geografiche. Il prossimo anno saranno i rifugiati iracheni che si trovano in Turchia, Siria e Libano; quelli afgani in Turchia, Pakistan e Iran; i congolesi in Burundi, Malawi, Ruanda e Zambia; e i rifugiati somali in Etiopia.

Il programma prendera’ il via nel 2013 e le autorita’ nazionali hanno tempo fino al primo maggio 2012 per comunicare alla Commissione europea la stima di quanti rifugiati intendono accogliere. ansa

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -