L’Anci, invece di fermare gli sbarchi chiede a Cancellieri di programmarli.

Roma, 22 Mar – ”Programmare, in un quadro di ‘sistema’, interventi che possano facilitare l’accoglienza e il percorso socio economico delle persone che, gia’ in questi giorni, stanno arrivando sulle nostre coste attraverso il Mediterraneo”. E’ questa la richiesta contenuta nella lettera che il presidente dell’Anci, Graziano Delrio, e il delegato alle politiche della Sicurezza e all’immigrazione, Flavio Zanonato hanno inviato al ministro dell’Interno, Anna maria Cancellieri.

Dopo aver evidenziato che ”siamo alle porte di una stagione di probabile intensificazione degli sbarchi” Delrio e Zanonato ricordano al Ministro che ”i Comuni, attraverso il ”Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati’, contribuiscono ormai da dieci anni al sistema di accoglienza intervenendo, con una distribuzione capillare e omogenea sul territorio di questa particolare categoria vulnerabile di stranieri, con progetti di accoglienza integrata e hanno gia’ saputo rispondere in diverse occasioni alle passate emergenze legate a flussi di eccezionale intensita”’.

”La proposta dell’Anci a questo proposito – sottolineano – consiste nel far confluire in un Sistema unico e articolato le diverse modalita’ di gestione e di finanziamento dell’accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati. Attraverso un’unica cabina di regia e l’allargamento della rete Sprar
riteniamo si possa dare risposta alle esigenze di presa in carico delle persone, ottimizzando le risorse disponibili e rafforzando le misure finalizzate all’integrazione e all’inclusione sociale sui territori”.

Per questi motivi Delrio e Zanonato chiedono al ministro Cancellieri ”un incontro per concordare una soluzione condivisa e illustrarle in dettaglio la proposta dell’Anci, in un’ottica di collaborazione”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -