Beppe Grillo condannato per diffamazione. A Fininvest risarcimento di 50mila euro

22 marzo – La Corte d’Appello civile di Roma ha condannato Beppe Grillo per aver diffamato Mediaset in un articolo pubblicato nel gennaio 2004 sul settimanale ‘Internazionale’, dal titolo ‘il caso Parmalat e il crepuscolo dell’Italia’. Il comico dovrà versare un risarcimento di 50mila euro.

Soddisfazione da parte di Fininvest, che in una nota spiega: Grillo nel suo articolo “accostava i modi di operare della Fininvest a quelli di Parmalat, il cui gigantesco crack finanziario era in quelle settimane al centro delle cronache internazionali”. “La Corte d’Appello di Roma – spiega ancora la nota dell’azienda – ha respinto in particolare la tesi difensiva di Grillo, che invocava la finalita’ satirica dell’articolo: non di satira si trattava, hanno stabilito i giudici, bensi’ di vera e propria diffamazione“.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -