Nuovo ciclone giudiziario su sanità pugliese e PD

Condividi

 

Senatore Alberto Tedesco

21 mar – “Un nuovo ciclone giudiziario sta per abbattersi sulla sanità pugliese e sul PD in merito all’accreditamente delle cliniche private. Ancora una volta coinvolti i soliti personaggi tra cui il senatore Alberto Tedesco seduto in Parlamento e salvato dall’immunità.

La questione morale non può essere più rinviata nella nostra regione, il quadro è drammatico, la credibilità della politica prossima allo zero. Serve uno scatto di orgoglio e pulizia in chi amministra soprattutto nei punti di gestione del sottogoverno fatto da tecnici, amministratori e dirigenti infedeli.” E’ quanto dichiara l’On. Pierfelice Zazzera (IDV) depuatato pugliese dopo la notizia che in Puglia una nuova inchiesta giudiziaria sul sistema di accreditamento delle cliniche private sta coinvolgendo autorevoli esponenti del PD pugliese oltre al senatore Alberto Tedesco indagato insieme ad altre 44 persone.

“E’ necessario che tutta la coalizione di centrosinistra si faccia carico della questione morale che sta travolgendo la nostra Regione e dilapidando un patrimonio unico. L’esperienza della primavera pugliese si sta trasformando in un pesante e lungo inverno.

Il PD ha preannunciato – conclude il dipietrista – che il sindaco Emiliano non sarà il candidato al governo della Regione Puglia e sarà lo stesso PD a esprimere il prossimo Presidente. Credo che c’è chi non ha ancora capito cosa sta accadendo e continua a parlare con il solito linguaggio.

Di fronte a questo ennesimo scandalo che coinvolge la sanità pugliese ed esponenti autorevoli del PD al goverrno della Regione Puglia probabilmente è il caso di parlare meno di prossimi Governatori e più di pulizia. Non credo che oggi il PD sia nelle condizioni di indicare il prossimo candidato Presidente alla Regione Puglia”. agenparl

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -