Lampedusa, sbarcati 114 immigrati soccorsi nella notte

18 marzo – Sono approdati poco prima della mezzanotte sull’isola di Lampedusa i 114 migranti soccorsi nel pomeriggio a circa settanta miglia dalla costa su un gommone in difficoltà.

Tra i 114 extracomunitari, tutti infreddoliti ma in discrete condizioni di salute, c’erano anche 26 donne tra cui 3 in stato di gravidanza soccorse dal personale medico. “Ma le loro condizioni di salute non destano preoccupazione – spiega all’Adnkronos Pietro Bartolo, direttore del poliambulatorio di Lampedusa – entro oggi dovremmo trasferirle in un ospedale della Sicilia per ricevere le migliori cure”.

Off limits il molo Favaloro, dove gli immigrati sono approdati a bordo di una motovedetta della Guardia costiera e di una motovedetta della Guardia di Finanza, per i giornalisti che sono stati allontanati dai Carabinieri.

Alcuni degli estracomunitari sono stati trasferiti in un residence di Cala Creta, altri nell’Area marina protetta. Quarantasei di loro, tutti subsahariani, tra cui 9 donne e 3 minori, sono stati imbarcati questa mattina sulla nave traghetto Palladio per essere trasferiti a Porto Empedocle. Da qui verranno poi portati in un centro d’accoglienza, in attesa di chiedere lo status di rifugiati politici.

Altri migranti, tutti subsahariani, soccorsi ieri pomeriggio nel canale di Sicilia su un’imbarcazione in difficoltà, hanno trascorso la notte sul rimorchiatore ‘Asso 30’. Tra loro ci sono anche donne e bambini. Uno dei profughi, all’alba, è stato trasbordato e trasferito in elisoccorso in un ospedale di Palermo.

Un minorenne, che ieri si trovava sull’imbarcazione a bordo della quale sono stati ritrovati i cadaveri di 5 migranti, è stato trasportato nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Civico di Palermo.

In attesa del nuovo sbarco, restano così sull’isola oltre duecento profughi dei 275 arrivati ieri a Lampedusa in tre diversi sbarchi. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -