I radicali vogliono far aprire a Milano tre “sale del buco”

Condividi

 

14 marzo – Il senatore Carlo Giovanardi ha commentato la proposta dei radicali di far aprire a Milano tre “sale del buco”: ”nella legislazione attualmente in vigore in Italia le cosiddette ‘stanze del buco’ sono illegali in quanto l’art. 79 del Testo unico in materia di sostanze stupefacenti considera reato ‘adibire o consentire di adibire un locale pubblico o un circolo privato di qualsiasi specie a luogo di convegno di persone che ivi si danno all’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope’ e per il loro funzionamento è necessario che l’operatore acquisisca la sostanza per le analisi per cederla nuovamente al tossicodipendente, commettendo cosi’ il reato di cui all’art. 73, comma 1, dello stesso Testo unico”.

”Questa proposta poi – sottolinea l’ex sottosegretario – è contraria alla deontologia medica che vieta di somministrare veleni ai pazienti ed è fallita ovunque sia stata sperimentata in Europa mentre l’Italia ha recentemente firmato con gli Stati Uniti, per volontà dell’amministrazione Obama e del Governo Berlusconi, un accordo condiviso ed apprezzato in sede Onu che punta sulla prevenzione e sul recupero e non certo alla cronicizzazione del tossicodipendente”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -