Un anno di spread, Germania, Francia, Italia e Spagna: cose che nessuno vi dirà mai

Condividi

 

di Giuseppe Cavallo

Contrariamente alle fesserie controllate dalla stampa che vengono propagate in Italia relativamente allo spread e ai tassi di interesse dei titoli di stato, Italiani e non, volevo sottoporvi questo grafico.

Cliccate sull’immagine per ingrandire e leggete quanto vi scrivo di seguito.

In questa griglia ci sono 4 grafici di 4 colori diversi e sono gli interessi sui titoli di stato rispettivamente tedeschi (linea inferiore giallo scuro), spagnoli (arancione), italiani (verde) e francesi (rosso). Cosa notate? Basta semplicemente guardare il grafico per rendersene conto. Dai primi di aprile dell’anno scorso le 4 linee (quindi guardate la parte sinistra del grafico), sullo stesso livello, cominciano a divaricare.

In particolare notate come i tassi di interesse dei titoli di stato tedeschi e francesi scendono vorticosamente, mentre quelli spagnoli bene o male rimangono costanti (a meno di picchi) e i nostri salgono. In particolare verso Luglio Agosto 2011 notate due picchi IDENTICI per Spagna e Italia, mentre i tedeschi già scendevano.

Poi, più avanti, a Novembre altri 2 picchi IDENTICI per Spagna e Italia (da noi sale Monti al Governo) e a dicembre la Spagna si regolarizza e noi saliamo ancora, per poi scendere a Febbraio, mentre, ripeto quelli tedeschi e francesi sono ancora più giù.

Questo sapete cosa significa? Politica monetaria ed economica decisa a tavolino dalla UE al sol fine di favorire la Germania ma anche la Francia. Il resto è solo fuffa e Monti una sorta di burattino. Sfido chiunque a dimostrarmi, dati alla mano, il contrario. E peraltro la parte destra del grafico, situazione attuale dopo decisioni prese dalla UE e pesantemente ripercosse soprattutto da noi, non tende più a ricomporre le linee sullo stesso livello.

NON POSSO RIPORTARE IL GRAFICO DELLA GRECIA PERCHE’ BLOOMBERG PERMETTE SOLO 4 ANALISI, MA FIDATEVI CHE DALLA STESSA DATA GLI INTERESSI DEL DEBITO PUBBLICO GRECO SALGONO IN OBLIQUO COSTANTEMENTE ED ARRIVANDO AI LIVELLI CHE CONOSCIAMO.

Queste cose nessuno ve le dirà mai.

Giuseppe Cavallo

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Un anno di spread, Germania, Francia, Italia e Spagna: cose che nessuno vi dirà mai”

  1. Scusa , ma mica tutti siamo laureati in economia , perchè pensi che sia stata una manovra studiata a tavolino? ( sono convinto anche io che sia stato così , per altro io pensavo ad una manovra studiata per spolpare ad uno ad uno gli stati con più debito pubblico e quindi più aggredibili , al fine di permettere a certe “cordate di capitali” di rientrare dalle perdite subite in USA , con il crollo delle grosse banche e “creare” zone geografiche di “investimento” a “basso costo ” )
    Ciao

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -