Grecia: ragazzina 12enne vende figlio neonato

ATENE – Dramma dell’emarginazione e della crisi economica in Grecia. Una ragazzina greca di 12 anni e’ stata arrestata dalla polizia con l’accusa di aver venduto il figlio di 10 settimane a una coppia di poliziotti in borghese per la somma di 12.500 euro. Lo riferisce il quotidiano Athens News.

La ragazzina, che dovrebbe essere rilasciata dopo essere stata ascoltata da un giudice, e’ stata arrestata insieme con una zia di 44 anni e i genitori di quest’ultima, di 65 e 71 anni son l’accusa di adozione illegale.

La vicenda e’ avvenuta nella localita’ di Xrysoupoli, una cittadina nei pressi di Kavala (Grecia centrale), dopo che la polizia aveva ricevuto una soffiata. Per la transazione, gli agenti hanno utilizzato banconote segnate che sono poi servite per incriminare i sospetti. Il piccolo e’ stato ricoverato in un ospedale dove si trova adesso in osservazione. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -