Ambiente: Gorbaciov propone corte internazionale per crimini ecologici

13 mar – Un tribunale internazionale per i crimini contro l’ambiente. E’ la proposta dell’ex presidente sovietico, Mikhail Gorbaciov, fondatore e presidente dell’associazione ecologista Green Cross International, lanciata all’apertura del Forum mondiale dell’acqua a Marsiglia. ”Sarei personalmente molto favorevole alla creazione di un tribunale internazionale incaricato di giudicare coloro che sono colpevoli di crimini ecologici, che si tratti di leader di aziende o di capi di Stato o di governo”, ha detto Gorbaciov, dichiarandosi invece ”scettico” sulla proposta francese che prevede una organizzazione mondiale per lo sviluppo ambientale.

I “fini umanitari” promossi dalla Fondazione Gorbaciov e dalla sua Green Cross International, una delle Ong più vicine ai vertici dell’Onu, si riassumono infatti nella promozione del dogma dello “sviluppo sostenibile“.

Green Cross invita a contemplare l’assoluta necessità di un governo dall’alto di tutto il pianeta che controlli i consumi, i comportamenti e i pensieri di tutti gli esseri umani, per regolare e rendere uguale ogni cosa, dall’acqua che beviamo ai rifiuti che produciamo.

Gorbaciov è inoltre promotore e sostenitore della Carta della Terra, un trattato internazionale che ribalta la visione della vita che sta alla base stessa della cultura occidentale (nonché dell’antropologia cristiana): la centralità dell’essere umano, che deve cedere il passo alla Madre Terra, rispetto alla quale l’uomo deve porsi con “umiltà” e prodursi in un “impegno sacro”.

L’ultimo presidente dell’Unione sovietica, che ha dovuto affrontare la catastrofe di Chernobyl nel 1986, ha proposto inoltre ”un’uscita progressiva dal nucleare, sia militare che civile”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -