“Ti pago se stupri mia moglie”. Marito-orco finisce in carcere

Condividi

 

Ha dato soldi a un amico chiedendogli di violentare la moglie davanti ai suoi
occhi.
Terribile accusa per un 43enne tedesco, comparso davanti alla procura
di Dresda. L’uomo è sospettato di numerosi e ripetuti abusi di questo tipo verso
la donna. A denunciarlo e incastrarlo è stato un uomo a cui il marito-orco aveva
fatto la stessa richiesta: soldi in cambio dello stupro della sua “dolce metà”.

Avrebbe dato soldi a un suo amico chiedendogli di violentare sua
moglie. E in seguito ha tentato di ripetere il gesto anche con altre
persone.
Terribile accusa per un 43enne di Grimma, in Germania. La
procura di Dresda, come riporta la Bild, ritiene che l’uomo sia
colpevole di numerosi e ripetuti abusi nei confronti della moglie. Lui,  Torsten
W., alla prima seduta del processo  ha preferito tacere rispetto ai reati
contestatigli dalla pubblica accusa. e ha nascosto la faccia sotto un
maglione

Tutto sarebbe cominciato durante una gita in Bassa
Sassona, che è diventata un inferno per la donna.
Una volta giunti in
motel, la donna è stata è stata picchiata, legata al letto con le manette e
completamente svestita. L’incubo però non è finito qui.

 

A quel punto è entrato in camera anche un complice, che ha iniziato a
baciare e poi a violentare la moglie di Torsten W.,
mentre l’uomo
guardava con soddisfazione la scena. Il complice sarebbe stato pagato da Torsten
W.. per compiere lo stupro.

 

Dopo questo primo episodio in Bassa Sassonia il marito orco ha
provato ad ingaggiare altri uomini per violentare sua moglie, ma questa mossa si
è rivelata fatale
. Uno degli uomini contattati ha denunciato il fatto
alla polizia. Il marito e la stupratore della povera donna sono subito finiti in
manette.

 

 

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -