Le Regioni del Nord potranno rifiutare la “munnezza” campana

Modifica della Camera al dl ambiente: i governatori avranno il potere di veto sullo smaltimento nel loro territorio

ROMA – Una modifica al decreto in materia ambientale che potrebbe creare problemi alla Campania sulla questione dello smaltimento dei rifiuti. La norma, arriva oggi in aula a Montecitorio, e contiene un emendamento, approvato la scorsa settimana in commissione Ambiente, che da’ il potere alle Regioni del Nord di dire ‘no’ allo smaltimento nel loro territorio.

La modifica, frutto di una proposta del relatore del dl, Tommaso Foti (Pdl), e approvata con voto bipartisan, prevede che “lo smaltimento in altre Regioni di tali rifiuti avviene, in conformita’ al principio di leale collaborazione, mediante intesa tra la regione Campania e la singola regione interessata”. La nuova disposizione mette un ulteriore paletto alla normativa vigente: fino a oggi infatti, in caso di emergenza il commissario delegato poteva chiedere il trasporto dei rifiuti in altre Regioni, previo accordo in Conferenza Stato-Regioni. Ora si da’ la parola direttamente ai governatori di dire la loro: se non sono consenzienti metteranno un veto. L’emendamento modifica la legge 24 gennaio 2011, con cui si era convertito il decreto legge 26 novembre 2010 n. 196.

IL VICESINDACO DI NAPOLI: “CAMBIATE L’EMENDAMENTO” – “Chiediamo la governo di cambiare l’emendamento approvato dalla commissione Ambiente della Camera” per la parte che modifica la normativa sul trasferimento dei rifiuti in Campania. E’ quanto dice il vice sindaco di Napoli, Tommaso Sodano, interpellato dalla ‘Dire’.
“Siamo preoccupati dalla norma- spiega il vice di Luigi De Magistris- cosi’ si da’ il potere di dire ‘no’ alle Regioni del Nord, che metteranno un veto per questioni politiche. Mi auguro che, in aula alla Camera, ci sia un ripensamento sulla norma.
Abbiamo gia’ avuto contatti, con il ministro Clini e con i capigruppo parlamentari. Se non si vuole ritirare l’emendamento, almeno lo si modifichi. La nuova disposizione, se venisse approvata in via definitiva, metterebbe in grave pericolo non solo il fragile sistema della Campania, ma provocherebbe difficolta’ anche al Lazio, visto che stiamo leggendo tutti quello che accade a Roma”.
I trasferimenti fuori regione, continua Sodano, “sono una soluzione temporanea, riferita al 2012, ma danno un grande contributo per uscire dall’emergenza”.

dire.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -