Furto di 1 tonnellata di rame da impianti missilistici nucleari, arrestati romeni

Condividi

 

12 mar. – Banda di ladri in azione nell’ex base militare Nato di Comiso. I carabinieri del comando provinciale di Ragusa hanno arrestato tre romeni mentre stavano portando via circa una tonnellata di cavi di rame dei circuiti elettrici degli impianti missilistici nucleari e dei rifugi antiatomici americani, dal 1991 dismessi per ospitare ora le strutture dell’aeroporto civile.

Gli incensurati dovranno rispondere di furto aggravato e ingresso arbitrario in luoghi ove l’accesso e’ vietato nell’interesse militare dello Stato. Il valore del rame sul mercato clandestino avrebbe fruttato guadagni per alcune centinaia di migliaia di euro. (AGI)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -