Nigeria: muore tecnico italiano rapito, i nostri servizi sono stati coinvolti nel blitz?

8 marzo – Il tecnico italiano era stato rapito lo scorso 12 maggio in Nigeria. Franco Lamolinara è rimasto ucciso in un blitz dei reparti speciali nigeriani e inglesi che tentavano di liberarlo. Lo si è appreso da una nota di palazzo Chigi.

Il premier britannico David Cameron ha comunicato al presidente del Consiglio Mario Monti la notizia della tragica conclusione del blitz in cui sono morti sia Franco Lamolinara che il britannico Cristopher Mc Manus, rapiti lo scorso 12 maggio in Nigeria.

Rosa Calipari, vicepresidente del gruppo dei deputati Democratici, esprime dolore per la morte dell’ingegnere Franco Lamolinara segnalando che le prime notizie indicano che l’Italia non è stata avvertita del blitz.

”Ci chiediamo come mai le autorita’ italiane in Nigeria, o eventuali operatori d’intelligence presenti nel Paese africano, non siano stati coinvolti nella decisione di compiere il blitz, una scelta che richiede rapidita’ ma presenta sempre altissimi rischi”.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -