Governo Monti: non ci chiederanno restare e 15 mesi non bastano per cambiamento

Condividi

 

1 mar. – La comunità internazionale già oggi riconosce che “l’Italia sta cambiando marcia, cercando di dotarsi di un sistema di governo un pò meno bizantino e un pò più trasparente”. E la missione che il Governo Monti intende portare a termine entro la legislatura è questa. Perchè “non possiamo sperare di completare in 12 o 15 mesi un cambiamento generazionale che normalmente richiede una generazione. Ma è importante metterlo in momento”.

E’ quanto ha detto il Premier Mario Monti nell’intervista all’agenzia Bloomberg anticipata ieri per stralci, di cui oggi è stata pubblicata la versione integrale. Ed è in questo contesto che Monti ha affermato la frase che ha suscitato da ieri sera sui mezzi di informazioni ipotesi e scenari circa un secondo mandato a palazzo Chigi per lui e i suoi ministri nella prossima legislatura. “Se io e i ministri del mio governo faremo molto bene il nostro lavoro – ha detto il Premier- non credo che siano molte probabilità che ci chiedano di rimanere in carica”. (TMNews)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -