Tunisino ricettava refurtiva, tra cui oggetti sacri, in associazione umanitaria.

Condividi

 

BOLOGNA, 27 FEB – Nascondeva nella camera dell’ associazione umanitaria che lo ospita a Bologna quattro oggetti sacri in bronzo (un calice, una campana, un portacandele e un lucernaio), oltre a otto cellulari privi di sim card, tre orologi di note marche, un hard disk esterno, due chiavette usb e un Apple Mac Book: un tunisino di 29 anni e’ stato denunciato per ricettazione dai carabinieri. I militari hanno informato i colleghi della Tutela del Patrimonio artistico per repertare e catalogare i bronzi recuperati. A breve gli oggetti potranno essere visualizzati on line sul sito dell’Arma. (ANSA).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -