Contestazioni e lanci di uova contro Profumo all’Università di Palermo

Condividi

 

Palermo, 25 feb. – Contestazioni e lanci di uova contro il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo all’Università di Palermo. Un esiguo gruppo dei collettivi studenteschi ha accolto così il ministro in visita alla facoltà di Ingegneria nel capoluogo siciliano.

Il gruppo di circa 20 ragazzi, all’arrivo del ministro, ha iniziato a fischiare e a contestarlo, mentre qualcuno ha lanciato anche delle uova. Un fotoreporter, Michele Naccari, è stato colpito dal lancio di uova.

Il ministro è entrato direttamente alla facoltà di ingegneria per incontrare esponenti del mondo accademico, mentre fuori una ventina di poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa tenevano la situazione sotto controllo.

Profumo incontrerà oggi anche i rappresentanti di sei associazioni studentesche. L’incontro era già stato fissato ieri dal ministro prima della contestazione, come spiegano dal suo staff.

Prima di arrivare all’Università, il ministro questa mattina ha visitato la scuola ‘Falcone’ dello Zen di Palermo. ”Sono molto contento di essere qui oggi e di incontrare la comunità della scuola, ma mi piacerebbe che non restasse un momento unico ma di relazione in cui c’è uno Stato più presente”, ha detto.

Il ministro ha annunciato che sono in arrivo 4 milioni per le scuole di alcune regioni disagiate del Sud d’Italia, come la Sicilia e la Campania. ”Abbiamo avviato tre fasi – ha spiegato – una sull’immediato con risorse per 4 milioni di euro destinati alle scuole che hanno particolari difficoltà”. In seguito da qui al 2013 saranno disponibili per la scuola italiana altri 26,5 milioni di euro. “Mentre dal 2014 – ha detto ancora – si avvierà il nuovo settennato per i fondi di coesione”.  adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -