Bimba sequestrata a Udine, il romeno era incapace: prosciolto

Condividi

 

21 FEB – Non era capace di intendere e volere, il rumeno Petre Petre, di 33 anni, che il 19 maggio 2011 sequestro’ una bimba di 3 anni, strappandola dalle mani della nonna all’uscita di un parco in citta’, a Udine.

Preso atto della perizia psichiatrica a cui la Procura lo ha sottoposto, il gup del tribunale di Udine lo ha prosciolto dalle accuse di sequestro di persona, sottrazione di minore e lesioni nei confronti della nonna, colpita da un pugno quando aveva cercato di riprendersi la bambina, prima del provvidenziale intervento di alcuni passanti.

Petre, attualmente sottoposto alla misura di sicurezza della liberta’ vigilata presso il servizio ospedaliero psichiatrico dell’azienda ospedaliero universitaria di Udine, e’ guarito secondo lo psichiatra. Il gup ha pero’ subordinato la revoca della misura alla condizione che un parente lo venga a prendere per fare ritorno in Romania. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -