Musulmano accoltella badante cristiana: ‘mi faceva sentire impuro’

Condividi

 

BOLOGNA, 20 FEB – Una badante ucraina di 45 anni e’ stata accoltellata la scorsa notte a Bologna da un marocchino di 30, con cui aveva una relazione da qualche anno.

E’ successo dopo mezzanotte nell’appartamento dell’anziana che accudiva, 92 anni, via Gobetti, periferia della citta’. La donna e’ in gravi condizioni all’ospedale Maggiore. Il nordafricano e’ stato rintracciato e bloccato verso le 6 dai carabinieri a Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna. L’accusa e’ di tentato omicidio: l’avrebbe colpita con tre-quattro fendenti al collo.

La voleva decapitare, perche’ la relazione sessuale che aveva con lei lo faceva sentire impuro. Lui musulmano, lei cristiana, avevano una rapporto da tre anni.

Quando M.B., marocchino disoccupato e con vari precedenti, ha spiegato con parole farneticanti il gesto ai carabinieri, era convinto di essere riuscito ad ammazzarla.

Costituendosi ha parlato di un sacrificio, come quello del profeta Abramo con il figlio Isacco. Il problema, nel suo confuso racconto, era il senso di colpa per la relazione sessuale che aveva con la badante, collegato con la propria religione. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -