Cuneo: minaccia e perseguita la l’ex, arrestato marocchino

Condividi

 

18 feb. – Un operaio 20enne marocchino, con regolare permesso di soggiorno e qualche precedente penale residente a Ceva, nel cuneese, e’ stato arrestato dai carabinieri per atti persecutori (stalking), estorsione e violenza privata ai danni di una connazionale marocchina sua ex fidanzata che vive e lavora come badante nell’Alta Langa.

Ai militari circa un mese fa, si era rivolta la vittima per denunciare le vessazioni sia fisiche che psicologiche che subiva ad opera del suo ex ragazzo. La ragazza, il cui racconto e’ stato ampiamente riscontrato mediante accertamenti, raccolta di deposizione di alcuni testimoni ed acquisizione di tabulati telefonici, aveva riferito di aver intrattenuto per alcuni mesi una relazione sentimentale con un suo connazionale terminata lo scorso aprile quando aveva deciso di lasciarlo a causa della eccessiva conflittualita’ con lui.

L’arrestato pero’, non rassegnandosi al fatto di essere stato mollato la perseguitava minacciandola sia di persona che per telefono ed in qualche occasione anche schiaffeggiandola o malmenandola in discoteca od altri locali pubblici. Inoltre, l’aveva anche ricattata dicendogli che se l’avesse lasciato avrebbe detto al padre di lei che avevano avuto rapporti sessuali completi e che quindi, fatto molto grave per la religione islamica, sarebbe stata ripudiata dai genitori. (Adnkronos)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -