Neve non dà tregua a Romagna e Marche, altri due morti da freddo

12 feb. (TMNews) – La neve non dà tregua a Romagna e Marche, anche se per domani è atteso un parziale miglioramento.

Intanto altri due casi si aggiungono al bilancio delle vittime attribuibili al freddo: nei pressi di Modena un uomo di 88 anni è rimasto carbonizzato nella sua abitazione con ogni probabilità a causa del malfunzionamento di una stufa. A Parma è morta quasi sicuramente per il freddo una donna di 61 anni, Graziella Boschesi, che era bidella in un liceo della città: aveva solo una piccola stufetta per tentare di scaldarsi.

In Romagna – dove stamattina, nella provincia di Forlì-Cesena – è stata anche registrata una scossa di terremoto di magnitudo 3,3 – è continuato a nevicare e cresce il il numero delle famiglie residenti in piccole frazioni costrette a lasciare le loro case per le forti nevicate di queste ore.

Secondo la Protezione civile dell’Emilia-Romagna, da venerdì sera a questa mattina sono già 400 le persone accolte in centri, alberghi e istituti messi a disposizione per l’emergenza. Nevicate forti anche nelle Marche, dove alle difficoltà della popolazione, agli innumerevoli crolli di capannoni, si aggiungono danni al patrimonio artistico. Ad Urbino è crollata la volta reale della chiesa dei Cappuccini. Nella città marchigiana la situazione è critica: anche l’erogazione dell’acqua è a rischio, secondo quanto ha reso noto la Megas, la società che gestisce i servizi idrici nella provincia.

Il maltempo – stima la Coldiretti – è costato fino ad ora almeno 1,5 miliardi all’intero sistema produttivo tra i danni causati ed il fermo delle attività nel settore agricolo, industriale e dei servizi, anche pubblici. Ovvero: in soli dieci giorni è stato bruciato lo 0,1 per cento del Pil realizzato dal Paese in un anno. tmnewa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -