La Fornero difende la figlia: Silvia non ha 2 posti fissi, ma SOLO uno

Condividi

 

Silvia Deaglio, figlia del ministro al Welfare Elsa Fornero e del noto economista e giornalista Mario Deaglio, in poche ore è diventata protagonista della rete.

Le parole pronunciate dalla madre contro il posto fisso, definito “una illusione” e le rivelazioni di alcuni quotidiani relative al doppio lavoro di Silvia, che a soli 37 anni è professore associato di genetica medica alla facoltà di Medicina dell’Università di Torino e responsabile della ricerca alla fondazione Hugef, hanno acceso la protesta e l’ironia del web, in particolare da parte dei tanti giovani per i quali il posto fisso sembra essere un traguardo irraggiungibile.

Questa mattina è però arrivata una presa di posizione da parte di Elsa Fornero. Dal ministero è stato precisato che Silvia Deaglio non ha due lavori, ma è docente universitario, pagata solo dall’ateneo, e che la ricerca, alla quale si è dedicata dopo avere lavorato per due anni ad Harvard, è sostenuta da un finanziamento internazionale.

La precisazione del ministero non cancella però il fatto che Silvia Deaglio, a soli 37 anni, ha un lavoro a tempo indeterminato nel super tutelato e privilegiato mondo accademico e che, almeno per lei, non valgono le “verità” enunciate dalla madre sul fatto che il posto fisso sia “una illusione” o quelle pronunciate dal presidente del Consiglio che il posto fisso “sia monotono”.

Come giustamente è stato fatto notare, nella storia della baby Fornero non c’è nulla di “illegale” o di “irregolare”. Bisognerebbe però anche far notare che le opportunità di cui ha usufruito Silvia dovrebbero essere accessibili a tutti i brillanti e preparati studenti italiani e non solo, come troppo spesso capita nel nostro Paese, ad una sola parte di essi, tipicamente quelli che nascono nelle famiglie “giuste”. Una verifica sulle occupazioni dei figli degli attuali componenti del governo lascerebbe pochi dubbi a riguardo.

La priorità, è perciò quella di creare opportunità da offrire non solo a pochi fortunati ma a tutti i giovani italiani.

tiscali

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -