Pronta a settembre muraglia anti-immigrati su confine greco-turco

Condividi

 

7 FEB – Una prima barriera di doppio filo spinato di 10 km di lunghezza, del costo di tre milioni di euro, che fara’ parte di una vera e propria muraglia anti-immigranti sul confine greco-turco, sara’ ultimata a settembre prossimo, con due mesi di ritardo sul previsto.

Lo ha annunciato, come riferisce il quotidiano Athens News, il ministro greco per la Protezione civile Christos Papoutsis, dopo aver compiuto un sopralluogo sul sito dei lavori, lungo le rive del fiume Evros (Maric in turco), che per diversi chilometri segna la frontiera fra la Grecia e la Turchia. Il costo totale del progetto dovrebbe aggirarsi intorno ai 5.5 milioni di euro. L’intenzione del governo di Atene e’ di innalzare una barriera di cemento, acciaio e filo spinato lungo il corso del fiume per bloccare la massa dei migranti clandestini provenienti dalla Turchia i quali, attraverso la Grecia, cercano poi di raggiungere altri Paesi europei.

La ”muraglia” greca – sulla quale saranno installate anche decine di telecamere a circuito chiuso – si dovrebbe estendere per 150 km e comprendere pure un fossato lungo 120 km, largo 30 metri e profondo sette, riempito d’acqua. (ANSAmed)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -