Modena, riciclaggio: Allarmanti i dati della provincia. Leoni (Pdl) “Contro la criminalità organizzata serve una risposta corale”.

Condividi

 

MODENA 6 FEB – I dati emersi dalla federazione bancari assicurativi sono a dir poco allarmanti.
La presenza delle organizzazioni mafiose anche in provincia di Modena emerge
sempre di più. Nelle banche del nostro territorio le statistiche indicano che le
segnalazioni di sospetto riciclaggio sono raddoppiate solo nell’ultimo semestre.
Solo il capoluogo di regione ha dati peggiori dei nostri, anche se, a livello
assoluto Modena è tra 15 province italiane che detengono questo poco invidiabile
primato.

Bisogna prendere atto che in provincia di Modena abbiamo superato da tempo il livello delle infiltrazioni mafiose. Siamo al vero e proprio radicamento. D’altronde gli elementi sono sempre più evidenti. Solo per fare qualche esempio, la provincia di Modena è la capitale del nord per il clan dei casalesi e recentemente abbiamo dovuto prendere atto che il giornalista Giovanni Tizian è costretto a vivere sotto scorta per il solo fatto che scrive di mafia al nord. Al di là delle
generiche prese di posizione é necessario che le istituzioni, i partiti, le associazioni siano come un sol corpo contro questo cancro che rischia di modificare la nostra democrazia e il nostro modo di vivere. Per troppo tempo si è sottovalutata la questione. Ora bisogna mettere in campo ogni azione possibile per stroncare la criminalità mafiosa che si è radicata anche in zone come le nostre che una volta erano tranquille”.

Commenta così il Consigliere regionale del PDL Andrea Leoni, i dati sull’aumento delle segnalazioni di riciclaggio negli istituti bancari modenesi.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -