Iran: dopo Barbie, banditi anche i Simpson; Superman ammesso

Condividi

 

6 feb. – Dopo Barbie, anche i Simpson sono finiti nel mirino del governo iraniano, che li ha banditi dal Paese. I pupazzi che riproducono i protagonisti della popolare sit-com americana sono stati vietati nell’ambito di una campagna contro i valori e i simboli della cultura occidentale. Amessi, invece, Superman e Spiderman in quanto, riferisce il quotidiano riformista Shargh, considerati eroi degli “oppressi”.

La decisione e’ stata presa dall’Istituto iraniano per lo sviluppo dei bambini e dei ragazzi, lo stesso che nel 1996 defini’ la mitica bambola della Mattel “un cavallo di Troia” che insinua nel Paese abitudini occidentali, fornendo alle bambine modelli femminili “sbagliati”. “Non vogliamo promuovere questo cartone animato favorendo le importazioni dei pupazzi”, ha spiegato il segretario dell’istituto, Mohammed Hossein Farjoo, a proposito dei Simpson, sitcom creata dal fumettista Usa Matt Groening.

Diversa la valutazione per quanto riguarda Spiderman e Superman. “Aiutano i popoli oppressi e rappresentano un esempio positivo”, ha sottolineato Farjoo.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -