Islam: al via oggi in Marocco il raduno mondiale di sufi

Condividi

 

MADAGAH 2 Feb – Prende il via oggi a Madagah, nella provincia marocchina di Berkane, il sesto raduno mondiale di musulmani sufi, organizzato dalla confraternita Qadiriya Boudchichiya in concomitanza con l’inizio dei festeggiamenti per il compleanno del profeta dell’Islam, Maometto. Il raduno si apre con un convegno dal titolo ‘Sufismo e salvaguardia dei diritti: educazione e comportamento’, a cui partecipano 50 accademici esperti di sufismo provenienti da tutto il mondo.

Secondo quanto spiega il giornale marocchino ‘Ya Watani’, “l’incontro di quest’anno si concentrerà sul ruolo del sufismo come tradizione spirituale dell’Islam nella salvaguardia dei diritti, in particolare i diritti di Dio sugli uomini e i diritti umani in generale. Il problema è come l’educazione spirituale può rendere questi diritti fondamentali dei vettori di valori morali universali. Infatti, per garantire la tutela dei diritti, la dimensione giuridica è necessaria, ma insufficiente. Essa deve essere basata su una dimensione spirituale ed etica, in grado di guidare e ispirare il comportamento degli uomini internamente, in modo che l’autorità può servire l’interesse pubblico e promuovere lo sviluppo sociale”.

Per tre giorni gli accademici provenienti da Stati Uniti, Francia, Egitto, Italia e Canada si confronteranno con gli studiosi marocchini sul tema e si alterneranno per animare 8 tavole rotonde. “Gli Incontri mondiali del sufismo – spiegano gli organizzatori – mirano a far conoscere le virtù del sufismo al pubblico e rivelano la dimensione spirituale interiore dell’Islam, un aspetto ancora troppo poco conosciuta”.

La confraternita sufi Qadiriya Boudchichiya, guidata dallo sceicco Hamza al-Qadiri al-Boutchichi, e’ una delle tante presenti. Fes, ‘città santa’ del Marocco, è la ‘capitale’ spirituale dei sufi marocchini. Il re Mohammed VI, in qualita’ di ‘principe dei credenti’ e leader religioso locale, sostiene le attivita’ di questi gruppi mistici islamici il cui messaggio religioso e di moderazione si contrappone alla diffusione in Nord Africa della cultura salafita e wahabbita proveniente dai paesi arabi del Golfo, che e’ alla base dell’estremismo e del jihadismo militante di al-Qaeda. (Aki)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -