Immigrazione: Unhcr, 1.500 morti affogati e dispersi nel Mediterraneo

GINEVRA 31 gen – Sono più di 1.500 i migranti e rifugiati morti affogati o dispersi nelle acque del Mediterraneo nel 2011 mentre tentavano di raggiungere l’Europa: è il numero più alto mai registrato dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) da quando ha iniziato a registrare queste statistiche, nel 2006.

“Il vero numero potrebbe essere tuttavia più alto”, ha affermato l’Unhcr oggi a Ginevra. Il precedente record era stato registrato nel 2007 con 630 morti o dispersi. L’anno scorso – anno della Primavera araba – ha anche registrato un record di 58mila arrivi in Europa. La maggioranza è giunta in Italia (56mila di cui 28mila tunisini), ha precisato la portavoce dell’Unhcr Sybella Wilkes.(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -