Schiaffi all’asilo, il Sindaco di Anfo: “cambiamo i maestri”

BRESCIA 30 GEN – L’asilo di Anfo (Brescia) resterà deserto almeno fino a mercoledì. La motivazione ufficiale è che non funziona l’impianto di riscaldamento, ma si sa che i bambini non arriveranno per una forma di protesta. Un modo per protestare contro le violenze di cui si sarebbe macchiata la maestra Laura Papa in carcere da venerdì.

I carabinieri l’hanno arrestata con l’accusa di aver maltrattato e picchiato alcuni dei bambini. A incastrarla le telecamere nascoste piazzate dei militari nella scuola dopo una segnalazione di un dipendente, stando alle atroci immagini registrate l’educatrice si sarebbe accanita soprattutto su quattro dei sedici bambini che frequentano l’asilo statale di Anfo, di cui due affetti da problemi di apprendimento.

Dai filmati emergerebbero almeno una dozzina di episodi di violenza. In un caso si vedrebbe un bimbo costretto dalla maestra a rimangiare quello che ha rigurgitato. In un altro un bimbo straniero viene violentemente strattonato perchè non sta fermo. Ad altri toccano schiaffi e pizzicotti. L’educatrice è stata arrestata non appena i carabinieri hanno avuto in mano elementi sufficienti. Sono andati a prenderla venerdì mattina direttamente in asilo. Sotto choc tutti gli abitante e soprattutto i genitori, nessuno, dei quali, a quanto si è appreso finora, aveva mai notato segnali di disagio tra i figli. Un caso che ricorda quello dell’asilo Cip e Ciop di Pistoia.

Intanto slitta la riapertura della scuola. E ci sarà un nuovo parco-insegnanti: a un incontro fra il sindaco e il dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale è seguito l’annuncio della decisione di sostituire tutti i maestri. In sciopero le mamme, ancora sotto choc: “Qualcuno sapeva e ha taciuto”. E chiedono solo di sapere tutta la verità.

Affari italiani



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -