Calci e pugni ai carabinieri, arrestato viado brasiliano, prognosi 5 giorni per agenti

Monza, 29 gennaio 2012 – Si è scagliato contro i carabinieri che lo avevano appena accompagnato in caserma per l’identificazione. Ha inveito contro di loro, minacciandoli e colpendoli con calci e pugni. A quel punto R.D.P.F., nato in Brasile nel 1988, in Italia senza fissa dimora, transessuale dedito alla prostituzione, è stato arrestato. I due carabinieri aggrediti si sono fatti medicare al Policlinico e sono stati dimessi con prognosi di cinque e tre giorni. I militari lo avevano fermato in viale Stucchi durante un controllo che nella serata di venerdì ha interessato tutta la Brianza.

Sempre nella zona dello stadio, i carabinieri hanno anche arrestato per furto F.P.A., 34enne transessuale brasiliano domiciliato a Milano, pregiudicato. L’uomo ha rubato un portafogli contenente 70 euro in contanti dal cruscotto di un furgone parcheggiato. Sorpreso dal proprietario, L.E., operaio albanese di 32 anni, ha estratto un coltello minacciando la vittima ma è stato bloccato dai militari.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -