“Volete la mia pelle? Eccovela!” Architetto si uccide davanti Ufficio Imposte

Créteil, Parigi 29 gen – “Volete la mia pelle? ECCOVELA!” sono queste le ultime parole scritte dall’architetto che aveva un debito con il fisco e che ha deciso di uccidersi proprio davanti all’ufficio ministeriale.
«Tutti i giorni riceveva raccomandate, lettere dell’ufficio delle tasse, sembrava martoriato dai debiti», racconta una vicina del 55enne che aveva notato negli ultimi tempi il gran numero di lettere con l’intestazione «Centre des impots».

E così ieri pomeriggio alle 14 e 36 circa, il giovane architetto francese  entra nell’ufficio imposte di Créteil, alla periferia di Parigi,  dove lascia un biglietto sul quale aveva scritto “Vous voulez ma peau, vous l’avez”. Poi nemmeno in 10 minuti è uscito, ha raggiunto il cortile dell’edificio , ha tirato fuori dalla borsa una pistola calibro 38 e si è sparato un colpo alla tempia.
È morto sul colpo Nella pistola altri 5 colpi.
L’uomo, padre di due figli adolescenti, non lavorava da tempo ed era travolto dalle difficoltà economiche. Doveva al fisco 26mila euro. Italy, France “c’est la meme chose”



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -