Confartigianato, Guerrini: in Italia cultura contraria a imprese

Giorgio Guerrini, a margine della firma a Palermo del codice etico della confederazione. Per ridare vitalità all’economia non basta l’impegno della singola azienda o dei lavoratori, serve un terreno fertile. “Se questo terreno è intossicato da rapporti non corretti, cattiva amministrazione, invadenza della burocrazia, incertezza sul diritto e sui tempi di pagamento, è estremamente difficile fare impresa, tenere vive le imprese e farle sviluppare”.R

apporti corretti fra imprese, politica e istituzioni sono il punto fondamentale da cui partire, conclude Guerrini, e come sempre è necessario che ciascuno faccia la sua parte.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -