La “spread-giudicatezza” dei nostri Mario. Obbedienza pronta, cieca e assoluta. Salvo che…

FRANCOFORTE 24 GEN – (Dal nostro inviato Guglielmo Donnini) – Ha un senso parlare della “spread-giudicatezza” di Mario (Draghi)?

Il presidente della Bce si è formato alla scuola dei gesuiti, dovrebbe quindi ricordare il motto dell’obbedienza: “Perinde ac cadaver” (alla stregua di un cadavere). Sinonimo di obbedienza pronta, cieca e assoluta.

Non volendo trasgredire le regole (cretine) della Bce, ma reagendo, o tentando di reagire alla speculazione globale, ha fornito abbondante liquidità (a costo quasi zero) alle banche per acquistare titoli del debito pubblico dei paesi sotto speculazione.

Il New York Times ha definito Draghi “unlikely hero”, l’eroe che non t’aspetti. Bravo Draghi? Diciamo di sì, per il momento. Fino a quando non verrà cambiato lo Statuto della Bce, e la Merkel non sarà invitata a trascorrere un lungo periodo di cure termali a Baden-Baden, sono soltanto costosi pannicelli caldi che, comunque, distolgono l’attenzione delle banche dal finanziamento delle imprese: visto che è più facile lucrare sui titoli del debito pubblico a breve.

Un Mario a Roma, un altro Mario a Francoforte, cosa chiedere di più alla vita? Sembriamo i padroni dell’Europa. E il risveglio, “anco tardo a venir, non ci sia grave”.

guglielmo donnini



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -