Pierferdy, il balenottero vero erede della Balena Bianca.

ROMA 19 GEN 2012 – La storia ebbe inizio nel secolo scorso, quando la Balena Bianca finì spiaggiata sulle nostre coste e dette alla luce un vispo balenottero che venne battezzato col nome di Pierferdinando.

Il giovane cetaceo fu accolto, a pinne aperte, nell’acquario di un neofita della politica, tal Silvio Berlusconi da Arcore,
detto Caimano.

Il balenottero Pierferdy visse un periodo felice nel grande acquario. Poi cominciò a sentire il gran richiamo del mare aperto. Abbandonò l’acquario di Silvio, anche perché si ricordò della promessa fatta a mamma Balena Bianca, e cioè di non disperdere nel mare il patrimonio di tutta una vita.

Oggi, il figlio di mamma Balena si batte per il sistema elettorale proporzionale: unica via possibile per realizzare l’agognato ritorno alla Prima repubblica, la materna età dell’oro democristiana.

Chiunque avesse nostalgia di recarsi al seggio elettorale e dare un voto “aperto” a ogni decisione successiva, nelle “capaci” mani dei vari Pieferdy, alla bisogna eletti, sa ormai cosa fare: guardi al “faro” Casini e, a bocce finalmente ferme, avrà il piacere di essere governato da un esecutivo che cambia ogni dodici mesi.

Fatti, non pugnette! Affidatevi al balenottero Pierferdy!

guglielmo donnini



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -